Degustazione Paolo Petrilli | Sabato 23 Febbraio

logo-petrilli

Andiamo in Puglia con il piacere di scoprire un’azienda straordinaria, immersa in un clima caldo e mediterraneo, mitigato dai venti dell’Adriatico.

Undici ettari di vigna su un lieve pendio a 300 metri di altitudine in prossimità di Lucera, che si aggiungono ai terreni coltivati a grano e pomodori.

Una masseria del 1700, tutta imbiancata a calce, che fino agli anni sessanta ospitava anche una scuola elementare. Di proprietà della famiglia Petrilli dai primi del novecento. Oggi Paolo Petrilli, terza generazione, cura con attenzione maniacale e le idee molto chiare i terreni coltivati secondo metodi dell’agricoltura biologica. Oggi i vini hanno anche certificazione vegana.

La sostenibilità richiede tempo, ma da qualche anno Paolo è soddisfatto e orgoglioso del lavoro svolto.

Degusteremo:

Cacc’e Mmitte di Lucera DOC Motta del Lupo, da uve Nero di Troia, Sangiovese, Montepulciano, Bombino bianco, su terreno calcareo, vigne esposte a sud e sempre inerbite con piante spontanee. Di colore rosso rubino, al naso spiccano prugna e ciliegia, viola e basilico e spezie. Morbido, equilibrato e piacevolmente rinfrescante.

Cacc’e Mmitte di Lucera DOC Agramante, da uve Nero di Troia, Sangiovese, Montepulciano, Bombino bianco, su terreno calcareo, rese delle uve che non superano mai i 60 quintali. Fermentazione spontanea in tini di rovere francese e di slavonia. Affinamento in acciaio per un anno e mezzo. Di colore rosso rubino intenso, al naso sentori di sottobosco, amarena, ribes e spezie dolci. Complesso, morbido, fortemente minerale e balsamico, di lunga e piacevole persistenza.

Vi aspettiamo anche per raccontarvi il significato del nome di questa Doc e per parlarvi di Agramante.

Sabato 16 Febbraio 2019
11.00 – 13.00 / 17.00 – 19.30

Andrea Voltattorni, wineteller