Degustazione Tosi | Sabato 9 Novembre

tosi-logo

Torniamo in Oltrepò Pavese, a Montescano, con Tosi, un’azienda che ci ha colpito per la bontà dei suoi vini e per la poetica passione di chi la gestisce con grande meticolosità. Vista la distanza breve che ci separa per noi è come tornare a casa. Una superficie coltivata a vigneto di circa 15 ettari, principalmente nei terreni di Montù Beccaria, caratterizzati da una composizione di tipo misto, mediamente calcareo-argilloso. Si coltivano in prevalenza Pinot Nero e Barbera, ma anche vitigni autoctoni o tradizionali come la Malvasia Bianca di Candia aromatica, il Moscato, la Vespolina e L’Uva Rara. Siamo nella prima zona collinare dell’Oltrepò Pavese, tra Stradella e Santa Maria della Versa, ad altezze che variano dai 200 ai 300 metri sul livello del mare. Ormai da più di vent’anni, si pratica un inerbimento controllato atto a evitare che i terreni perdano fertilità. L’erba che cresce viene trinciata e lasciata sul terreno, diventando così un concime naturale.

Assaggeremo:

Sax, Provincia di Pavia IGT, 100% Pinot Nero, con una resa di 80 quintali per ettaro. Macerazione a contatto con le bucce per 10-12 giorni a temperatura controllata. Affinamento per 6 mesi in acciaio e per almeno 3 mesi in bottiglia. Di colore rosso rubino con riflessi brillanti, all’olfatto e al gusto si avvertono note di frutti di bosco e spezie, tipiche della varietà, e un lieve sentore di cioccolato. Ottimo con formaggi di media stagionatura.

Draco Ruber, Provincia di Pavia IGT, 100% Barbera, con una resa di 50 quintali per ettaro. Macerazione di 14-18 giorni a contatto con le bucce e fermentazione alla temperatura di 25-28 °C. Affinamento in barrique per almeno 12 mesi e in bottiglia per un minimo di 6 mesi. Vino di colore rosso ciliegia profondo. Profumo di confettura di ciliegia e frutta matura, con sensazioni speziate di estrema eleganza. Al gusto è caldo, pieno, con tannini evidenti ma morbidi. Vino adatto a un lungo invecchiamento. Perfetto con formaggi stagionati.

Sabato 9 Novembre 2019
11.00 – 13.00 / 17.00 – 19.30

Guido De Ponti, il Geologo Droghiere